FAQ


1. Perché bisogna nominare un consulente ADR?

Il consulente ADR è una figura cruciale e delicata sia nei rapporti verso l'azienda che verso le pubbliche autorità. Sono sempre maggiori i rischi derivanti dal trasporto di quantità sempre crescenti di merci pericolose. L'introduzione di misure adeguate è approntata nell'ottica di diminuire i rischi ma anche di tutelare le aziende da sanzioni pesanti che colpiscono non solo l'azienda ma anche il trasportatore.
Il trasporto di sostante ed oggetti pericolosi sulla strada è regolato dall'Accordo Europeo Relativo al Trasporto internazionale di Merci Pericolose sulla Strada" abbreviato A.D.R. firmato a Ginevra nel 1957 e ratificato in Italia con la legge n.1839 del 12 Agosto 1962. La direttiva comunitaria 94/55/CEE del 21.11.94, ha in seguito reso obbligatorio il recepimento e l'applicazione di queste norme anche ai trasporti in ambito nazionale. L'A.D.R. viene aggiornato ogni due anni circa. Ad esso sono soggette tutte le sostanze, i prodotti chimici, gli oggetti contenenti prodotti chimici ed i rifiuti che presentino caratteristiche di pericolo per il trasporto.
La nomina del consulente ADR è un atto formale interno all'azienda: la comunicazione dell'avvenuta nomina deve avvenire per iscritto così come anche l'accettazione dell'incarico. L'ufficio provinciale MCTC competente per il territorio dovrà ricevere la notifica della nomina entro 15 gg dal suo avvenimento.

2. Quali sono Sono gli operatori responsabili principali?

Lo speditore
Il trasportatore
Il destinatario

Tutte e tre le figure hanno responsabilitĂ  ed obblighi precisi e distinti che riguardano la sicurezza nel trasporto della merce dal suo imballaggio allo scarico. Anche se ci si avvale di soggetti terzi oltre a queste tre figure fondamentali ( ad esempio: imballatori e/o scaricatori), occorre prendere le precauzioni necessarie avendo anche questi soggetti l'obbligo di nominare il consulente.

Il consulente deve disporre di validi strumenti per assolvere alle prescrizioni del D.L. n°35 del 27.01.2010 riguardo a:
  • Relazione annuale sull'attivitĂ  di carico, scarico o trasporto di merci pericolose
  • Rapporto d'incidente
  • Consulenza all'azienda in merito alla sicurezza dei trasporti di merci pericolose


Inoltre la consulenza ADR deve avere capacitĂ  e strumenti per conoscere i possibili rischi d'incidente e valutare la gravitĂ  delle conseguenze a loro associati, in modo da poterli prevenire e attenuare con interventi mirati. Gli strumenti fondamentali sono:
  • La banca dati sulle merci pericolose trasportate
  • La formazione ed addestramento del personale
  • L'esame e la valutazione dei subfornitori
  • La verifica dell'idoneitĂ  dei mezzi e delle attrezzature
  • Il rapporto d'incidente – la relazione annuale
  • La normativa di riferimento.

3. Quali possono essere le sanzioni?

La mancata nomina comporta una sanzione pecuniaria da € 6.000,00 a € 36.000,00
La mancata comunicazione della nomina all'ufficio MCTC comporta una sanzione pecuniaria da € 2.000,00 a € 12.000,00 .
La mancata osservanza di alcune delle norme dell'ADR porta a sanzioni fino ad € 15.000 ed all'arresto fino a 6 mesi, alla decurtazione da 2 a 10 punti dalla patente, alla sospensione della stessa ed al fermo amministrativo del veicolo da 2 a 6 mesi.
La sanzione pecuniaria colpisce anche i mittenti ed i caricatori.

4. Chi deve nominare il consulente?

L'obbligo di nomina coinvolge tutte le imprese che effettuano operazioni di trasporto di merci o rifiuti pericolosi, soggetti all' accordo ADR su strada o per ferrovia ( RID ), oppure operazioni di carico e scarico, confezionamento dei colli, imballaggio e/o riempimento connesse a tali trasporti. (D. L. nr.35 del 27/1/2010 art 11 comma 1 e cap. 1.8 ADR) Per materie si intendono sostanze, rifiuti ed oggetti appartenenti alle seguenti classi dell' ADR/RID:

CLASSE 1      materie, ed oggetti esplosivi
CLASSE 2      gas
CLASSE 3      liquidi infiammabili.                    
CLASSE 4.1   materie solide infiammabili             
CLASSE 4.2   materie soggette ad accensione spontanea.
CLASSE 4.3   materie che a contatto con l’acqua sviluppano gas infiammabili.             
CLASSE 5.1   materie comburenti.                      
CLASSE 5.2   perossidi organici
CLASSE 6.1   materie tossiche.                         
CLASSE 6.2   materie ripugnanti o infettive
CLASSE 7      sostanze radioattive
CLASSE 8      materie corrosive.                       
CLASSE 9      materie ed oggetti di diversa pericolositĂ 

5. Quali Sono i compiti del Consulente ADR?

  • consigliare l' azienda in facendo riferimento all' assolvimento degli obblighi che le competono in qualitĂ  di mittente, trasportatore, caricatore ecc.
  • redigere la relazione annuale sull'attivitĂ  svolta in materia di merci pericolose (trasporto stradale/ferroviario)
  • redigere la relazione d' incidente, qualora si verifichi (trasporto stradale/ferroviario)

6. Quali sono le principali norme che regolano il trasporto di merci pericolose su strada e ferrovia?

  • ADR testo integrale in italiano
  • Circolare B58 del Ministero dei Trasporti. Omologazione dei veicoli adibiti al trasporto di merci pericolose in colli e alla rinfusa
  • Il codice della strada Aggiornato all'8 Agosto 2009
  • Decreto Legislativo 27 Gennaio 2010, n°35 attuazione della direttiva 2008/68/CE, relativa al trasporto interno di merci pericolose .